salta navigazione

Trentino Sociale.it - I servizi sociali in Trentino
Provincia Autonoma di Trento
carattere » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere
Sei qui: Home > News ed Eventi > News > Bando per la presentazione di proposte progettuali territoriali per benessere delle famiglie ed il sostegno nelle fragilità

Bando per la presentazione di proposte progettuali territoriali per benessere delle famiglie ed il sostegno nelle fragilità

09/05/2017

Bando per la presentazione di proposte progettuali territoriali per benessere delle famiglie ed il sostegno nelle fragilità

Approvazione del bando per la presentazione di proposte progettuali territoriali per il benessere delle famiglie ed il sostegno nelle fragilità. Legge regionale 11 luglio 2014, n. 4, articoli 12, 13 e 14 ed articolo 31 della legge di stabilità provinciale 2017 recante "Interventi finanziati dal fondo regionale per il sostegno della famiglia e dell'occupazione".

Progetto è volto a supportare processi generativi territoriali per sostenere il benessere sociale e familiare delle famiglie e prevede l’attivazione di 18 progetti (1 per ogni Comunità di Valle/Territorio ed 1 per il Comune di Trento ed 1 per il Comune di Rovereto) che dovranno avere ricadute sul territorio provinciale e perseguire le finalità stabilite dal Fondo regionale in coerenza anche con le politiche sociali, familiari e del lavoro della Provincia autonoma di Trento

Possono richiedere il contributo per la realizzazione dei progetti i seguenti soggetti:
a) le Comunità di Valle ed il Territorio Val d'Adige;
b) i Comuni;
c) Organizzazioni del terzo settore rappresentate da Organizzazioni di volontariato iscritte all’Albo previste dall’articolo 3 della legge provinciale 13 febbraio 1992, n. 8, cooperative sociali di cui alla legge regionale 22 ottobre 1988, n. 24 e ss.mm. e loro consorzi operanti nei settori di cui ai progetti e iscritti al registro regionale, soggetti iscritti al Registro di cui all’articolo 39 della legge
provinciale 14 luglio 1991, n. 14 e ss.mm., Organizzazioni non lucrative di utilità sociale iscritte all’anagrafe di cui all’articolo 11 del D.Leg. 460/97, Associazioni di promozione sociale iscritte nei
registri di cui all’articolo 7 della Legge 7 dicembre 2000, n. 383, altri soggetti del terzo settore come indicato all’articolo 3, comma 3, lettera d) della legge provinciale 27 luglio 2007, n. 13.
I Soggetti di cui sopra possono presentare i progetti sia singolarmente che in forma associata.

Finalità dei progetti
I progetti dovranno perseguire uno o più delle seguenti finalità:

  • Genitorialità diffusa: sostenere e aiutare concretamente le famiglie nelle fasi delicate dei cicli di vita (nascita dei figli, adolescenze complesse, uscita dal nucleo familiare, malattie, lutti, perdita del lavoro, problemi economici, separazioni conflittuali e anziani a carico), valorizzando le capacità di far fronte agli avvenimenti critici favorendo il confronto, lo scambio e il supporto tramite una condivisione delle esperienze.
  • Genitorialità fragile: promuovere interventi al fine di affrontare situazioni di emergenza familiare a fronte di nuove situazioni di disagio sociale poco visibili ma gravose nella vita quotidiana e che esulano dallo schema abituale del disagio/agio.
  • Difficoltà scolastiche: promuovere interventi di cura alle famiglie con figli attraverso attività di accompagnamento allo studio e di orientamento scolastico al fine di prevenire e curare difficoltà varie.
  • Conciliazione famiglia-lavoro: sostenere le politiche di conciliazione dei tempi con riferimento alle iniziative che consentono di equilibrare i tempi di vita familiare con i tempi di vita lavorativa, programmando attività in modo flessibile in base alle singole esigenze.
  • Formazione e supporto alla genitorialità: promuovere e diffondere iniziative di formazione rivolte al sostegno delle competenze relazionali, genitoriali ed educative finalizzate a rafforzare le relazioni e la gestione dei conflitti familiari ed intergenerazionali all'interno della famiglia.
  • Progessi generativi: supportare processi generativi territoriali tramite forme di pianificazione integrata che coinvolgano attori economici e sociali del territorio, favorendo il protagonismo delle famiglie anche nella logica del Distretto Famiglia.
  • Autonomia giovanile: sostenere le famiglie attraverso percorsi ed attività consulenziali in particolare sul tema dell'adolescenza dei figli al fine di favorire il passaggio verso l'autonomia giovanile lavorativa ed abitativa.
  • Luoghi di aggregazione: sostenere le relazioni familiari attraverso la creazione di luoghi e di spazi di incontro anche informali laddove le famiglie possano condividere le proprie esperienze ed anche le funzioni genitoriali.

Termini e modalità di presentazione della domanda e relativa documentazione:
La domanda di contributo, in regola con la disciplina sull’imposta di bollo, se dovuta, e redatta avvalendosi dei moduli appositamente approvati e pubblicati sul sito internet istituzionale, è
presentata dal Soggetto richiedente o dal Soggetto capofila alla struttura provinciale competente in materia di politiche sociali nel periodo compreso tra il giorno 29 aprile 2017 ed il giorno 30 giugno 2017 per progetti da concludersi entro il giorno 1 luglio 2019. Le domande presentate oltre il 30 giugno 2017 sono dichiarate irricevibili.

Per ulteriori informazioni consultare il Bando allegato.

deliberazione 704_2017 e BANDO.pdf (344,78 kB)

Modulistica

(ultimo aggiornamento: 19/12/2017)

credits | copyright e policy Provincia autonoma di Trento - Servizio politiche sociali 38121 TRENTO (Italy) - Via Gilli, 4 - Centro Nord Tre - tel. +39 0461 493800 - fax 0461 +39 0461 3801 pec: serv.politichesociali@pec.provincia.tn.it C.F. e P.IVA 00337460224