salta navigazione

Trentino Sociale.it - I servizi sociali in Trentino
Provincia Autonoma di Trento
carattere » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere
Sei qui: Home > Servizi alle organizzazioni > Guida ai servizi > Volontariato > Revisione periodica Albo delle organizzazioni di volontariato e Registro delle Associazioni di promozione sociale

Revisione periodica Albo delle organizzazioni di volontariato e Registro delle Associazioni di promozione sociale

Su "Revisione periodica Albo delle organizzazioni di volontariato e Registro delle Associazioni di promozione sociale " vedi anche

Normative

Criteri di iscrizione all'Albo delle Organizzazioni di Volontariato |
Criteri di iscrizione al Registro delle Associazioni di Promozione Sociale |
Revisione periodica Albo delle organizzazioni di volontariato e Registro delle Associazioni di promozione sociale

Sulla base della deliberazione della Giunta provinciale n. 1612 del 21 settembre 2015 è stato disposto che, in occasione della prima revisione degli Albi e dei Registri, verrà accertata la rispondenza dei requisiti delle organizzazioni e delle associazioni già iscritte a quelli in essa stabiliti, e in caso di motivi ostativi al mantenimento dell'iscrizione, di concedere il termine di un anno per la regolarizzazione.

A febbraio 2016 è iniziata la revisione delle organizzazioni/associazioni iscritte rispettivamente all'Albo e al Registro alla data del 31 dicembre 2014.

Il termine di consegna della modulistica inviata agli interessati, è stato fissato al 15 MARZO 2015.

Revisione ALBO DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

L’albo provinciale è soggetto a revisione periodica per la verifica della permanenza dei requisiti per l’iscrizione, secondo quanto previsto all’art. 6, comma 4, della l. 266/1991.

La revisione viene avviata ad anni alterni in qualsiasi momento dell’anno solare ed è rivolta alle organizzazioni che risultavano iscritte al 31 dicembre del secondo anno antecedente a quello in cui essa si svolge (es.: per la revisione avviata nel 2015 si considerano oggetto di revisione le organizzazioni iscritte al 31 dicembre 2013).

A tal fine, la struttura competente trasmette alle predette organizzazioni un’apposita scheda di rilevazione, approvata dalla Provincia e pubblicata sul sito istituzionale, contenente una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, rilasciata ai sensi e per gli effetti di cui al d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, attestante i requisiti necessari per il mantenimento dell’iscrizione, nonchè l’indicazione di altri dati informativi necessari per la tenuta dell’abo (in particolare i dati anagrafici dell’organizzazione, l’attività svolta nell’anno precedente, le risorse umane impiegate, la struttura, il funzionamento e la gestione delle risorse economiche).

La scheda di rilevazione, sottoscritta dal legale rappresentante dell’organizzazione o da soggetto incaricato dalla medesima, è restituita alla struttura competente entro i termini assegnati, anche avvalendosi degli sportelli periferici di assistenza e informazione al pubblico della Provincia previsti dall’art. 34 della legge provinciale n. 23 del 1992, unitamente alla seguente documentazione:

- copia dell’ultimo bilancio approvato dall’assemblea e del verbale di approvazione dello stesso firmato dal presidente dell’assemblea e dal segretario verbalizzante;

- solo per le organizzazioni prive di personalità giuridica: copia dello statuto e del verbale di approvazione dello stesso da parte dell’assemblea, nel caso di variazioni statutarie non ancora prodotte alla struttura competente.

Nel caso di mancata o di incompleta restituzione, entro i termini assegnati, della scheda o degli allegati, qualora i dati mancanti siano essenziali ai fini della verifica della permanenza dei requisiti per l’iscrizione nell’albo, la struttura competente, previa diffida e fissazione di un termine per l’adempimento, dà avvio al procedimento di cancellazione.

Nel caso in cui, dall’esame della documentazione pervenuta, la struttura rilevi situazioni di incompatibilità con il mantenimento dell’iscrizione ritenute sanabili, provvede a fissare un congruo termine per la regolarizzazione, al termine del quale, in assenza di adempimento, dà avvio al procedimento di cancellazione.

Al termine della procedura la Provincia, con atto del Dirigente della struttura competente, approva l’elenco delle organizzazioni la cui verifica abbia avuto esito positivo, provvedendo eventualmente, per le singole organizzazioni, alla diversa collocazione nell’albo con riferimento alle nuove sezioni e settori di attività.

Revisione REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE

Il registro provinciale è soggetto a revisione periodica per la verifica della permanenza dei requisiti per l’iscrizione, secondo quanto previsto all’art. 8, comma 2, della l. 383/2000.

La revisione viene avviata ad anni alterni in qualsiasi momento dell’anno solare ed è rivolta alle associazioni che risultavano iscritte al 31 dicembre del secondo anno antecedente a quello in cui essa si svolge (es.: per la revisione avviata nel 2015 si considerano oggetto di revisione le associazioni iscritte al 31 dicembre 2013).

A tal fine, la struttura competente trasmette alle predette associazioni un’apposita scheda di rilevazione, approvata dalla Provincia e pubblicata sul sito istituzionale, contenente una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, rilasciata ai sensi e per gli effetti di cui al d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, attestante i requisiti necessari per il mantenimento dell’iscrizione, nonché l’indicazione di altri dati informativi necessari per la tenuta del registro stesso (in particolare i dati anagrafici dell’associazione, l’attività svolta nell’anno precedente, le risorse umane impiegate, la struttura, il funzionamento e la gestione delle risorse economiche).

La scheda di rilevazione, sottoscritta dal legale rappresentante dell’associazione o da soggetto incaricato dalla medesima, è restituita alla struttura competente entro i termini assegnati, anche avvalendosi degli sportelli periferici di assistenza e informazione al pubblico della Provincia previsti dall’art. 34 della legge provinciale n. 23 del 1992, unitamente alla seguente documentazione:

- copia dell’ultimo bilancio approvato dall’assemblea e del verbale di approvazione dello stesso firmato dal presidente dell’assemblea e dal segretario verbalizzante;

- solo per le associazioni prive di personalità giuridica: copia dello statuto e del verbale di approvazione dello stesso da parte dell’assemblea, nel caso di variazioni statutarie non ancora prodotte alla struttura competente.

Nel caso di mancata o di incompleta restituzione, entro i termini assegnati, della scheda o degli allegati, qualora i dati mancanti siano essenziali ai fini della verifica della permanenza dei requisiti per l’iscrizione nell’albo, la struttura competente, previa diffida e fissazione di un termine per l’adempimento, dà avvio al procedimento di cancellazione.

Nel caso in cui, dall’esame della documentazione pervenuta, la struttura rilevi situazioni di incompatibilità con il mantenimento dell’iscrizione ritenute sanabili, provvede a fissare un congruo termine per la regolarizzazione, al termine del quale, in assenza di adempimento, dà avvio al procedimento di cancellazione.

Al termine della procedura la Provincia, con atto del Dirigente della struttura competente, approva l’elenco delle associazioni la cui verifica abbia avuto esito positivo, provvedendo eventualmente, per le singole associazioni, alla diversa collocazione nel registro con riferimento ai diversi settori e ambiti di attività.

A chi posso rivolgermi?

Per sapere a chi puoi rivolgerti per avere ulteriori informazioni e/o richiedere l'attivazione del servizio, seleziona sulla cartina o nel menù a tendina la tua zona di residenza e fai click sul pulsante "Cerca"

cartina comunita di valle Paganella Giudicarie Val di Sole Cembra Rovereto Trento Aldeno Rotaliana KonigsbergCimone Alto Garda e Ledro Vallagarina Garniga Valle dei Laghi Alta Valsugana e Bernstol Altopiani Cimbri Val di Non Valle di Fiemme Bassa Valsugana Primiero General de Fascia

(ultimo aggiornamento: 10/02/2016)

credits | copyright e policy Provincia autonoma di Trento - Servizio politiche sociali 38121 TRENTO (Italy) - Via Gilli, 4 - Centro Nord Tre - tel. +39 0461 493800 - fax 0461 +39 0461 3801 pec: serv.politichesociali@pec.provincia.tn.it C.F. e P.IVA 00337460224