salta navigazione

Trentino Sociale.it - I servizi sociali in Trentino
Provincia Autonoma di Trento
carattere » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere
Sei qui: Home > Servizi alle organizzazioni > Guida ai servizi > Terzo settore > intervento di ristrutturazione di immobili da destinare al primo accoglimento di cittadini stranieri

intervento di ristrutturazione di immobili da destinare al primo accoglimento di cittadini stranieri

Su "intervento di ristrutturazione di immobili da destinare al primo accoglimento di cittadini stranieri" vedi anche

Normative

Legge provinciale 2 maggio 1990, n. 13 |
intervento di ristrutturazione di immobili da destinare al primo accoglimento di cittadini stranieri

Soggetti ammissibili
Associazioni, fondazioni ed organismi privati convenzionati ai sensi dell’articolo 17 della legge provinciale 2 maggio 1990, n. 13, operanti sul territorio, che abbiano la proprietà o la disponibilità per almeno 15 anni, a decorrere dalla data di concessione del contributo, di immobili che necessitano di risanamento o ristrutturazione, da destinare ai soggetti stranieri
Domanda di agevolazione
La domanda di agevolazione, redatta su moduli predisposti dalla Provincia, deve essere presentata dal 1° gennaio al 31 marzo di ogni anno. Le domande, dopo la fase istruttoria, sono inserite nel piano degli interventi di edilizia abitativa agevolata approvato con provvedimento della Giunta provinciale.
Spese ammissibili
La spesa massima ammissibile a contributo è pari, per ogni singolo alloggio, al valore indicato nell’elenco delle opere e stima dei lavori indicato in sede di presentazione della domanda e comunque non può essere superiore a quello stabilito dalla Giunta provinciale per gli interventi di risanamento effettuati ai sensi della normativa provinciale in materia di edilizia abitativa agevolata, vigente al momento di presentazione della domanda, per nuclei familiari composti da quattro o più componenti.
Concessione del contributo
La concessione del beneficio è subordinata alla presentazione entro 180 giorni dalla comunicazione del provvedimento di ammissione a contributo, prorogabili per una sola volta, della seguente documentazione:
a. concessione edilizia o autorizzazione sostitutiva della stessa, completa degli elaborati di progetto;
b. computo metrico estimativo.
Caratteristiche degli alloggi.
Gli alloggi ristrutturati o risanati con i contributi in oggetto devono possedere le caratteristiche stabilite in materia di edilizia agevolata. A tal fine si applica il punto 24), concernente i limiti di superficie degli immobili oggetto di agevolazione, della deliberazione della Giunta provinciale n. 912 dell’11 aprile 2008.
Quantificazione del contributo.
Per ogni singolo intervento è concesso un contributo in conto capitale pari a:
a. 100% della spesa massima tecnicamente ammissibile nel caso di proprietà dell’immobile;
b. 80% della spesa massima tecnicamente ammissibile nel caso di disponibilità dell’immobile per un periodo di tempo non inferiore a 15 anni.
Erogazione del contributo e rendicontazione.
L’erogazione del contributo avviene mediante l’anticipo del 50% a inizio lavori; la rimanente quota viene liquidata a saldo a conclusione dei lavori.

A chi posso rivolgermi?

Per sapere a chi puoi rivolgerti per avere ulteriori informazioni e/o richiedere l'attivazione del servizio, seleziona sulla cartina o nel menù a tendina la tua zona di residenza e fai click sul pulsante "Cerca"

cartina comunita di valle Paganella Giudicarie Val di Sole Cembra Rovereto Trento Aldeno Rotaliana KonigsbergCimone Alto Garda e Ledro Vallagarina Garniga Valle dei Laghi Alta Valsugana e Bernstol Altopiani Cimbri Val di Non Valle di Fiemme Bassa Valsugana Primiero General de Fascia

(ultimo aggiornamento: 22/03/2018)

credits | copyright e policy Provincia autonoma di Trento - Servizio politiche sociali 38121 TRENTO (Italy) - Via Gilli, 4 - Centro Nord Tre - tel. +39 0461 493800 - fax 0461 +39 0461 3801 pec: serv.politichesociali@pec.provincia.tn.it C.F. e P.IVA 00337460224