salta navigazione

Trentino Sociale.it - I servizi sociali in Trentino
Provincia Autonoma di Trento
carattere » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

Requisiti

Su "Requisiti" vedi anche

Normative

Decreto del Presidente della Provincia 12 dicembre 2011, n. 17-75/Leg |
Legge provinciale 7 novembre 2005 n. 15 |
Per l'accesso ai benefici è necessario possedere particolari requisiti, riferiti al richiedente e al suo nucleo familiare, che vengono verificati al momento della presentazione della domanda. La mancanza di uno dei requisiti comporta la decadenza dai benefici e l’esclusione dalla graduatoria.

Requisiti del richiedente

Requisiti dell’intero nucleo familiare

Indicatore della condizione economico-patrimoniale (ICEF) non superiore a 0,23 punti (tale indice può aumentare o diminuire di 0,02 punti a discrezione di ciascun Ente locale). Nella valutazione della condizione economica-familiare vengono valutati anche i redditi e il patrimonio del coniuge non separato legalmente, anche se non facente parte del nucleo familiare. Non vengono invece valutati il reddito e la condizione economico-patrimoniale delle persone addette alla cura e all’assistenza dei componenti del nucleo familiare (badanti), anche se inserite nel nucleo familiare e risultanti nel certificato anagrafico, purché in presenza di un contratto di lavoro a tempo pieno ed esclusivo.

In capo al nucleo familiare non può esserci titolarità, con riferimento al triennio precedente la data di presentazione della domanda, di un diritto di proprietà, usufrutto o abitazione su un alloggio adeguato, ad eccezione del caso in cui il titolo di disponibilità dell’alloggio sia cessato a seguito di vendita coattiva.

E’ considerato inadeguato l’alloggio privo di servizi igienici o con servizi igienici esterni o quello per il quale sia stata dichiarata l’inagibilità.

Titolarità in capo ad un componente del nucleo familiare richiedente di un contratto di locazione, regolarmente registrato. L’alloggio in locazione deve essere ubicato nel territorio dell’Ente presso cui è presentata la domanda e nel quale il nucleo abbia stabilito la propria residenza.
il contratto di locazione deve essere stipulato secondo le norme di diritto comune in materia di locazioni di immobili ad uso abitativo (durata di 4+4 oppure 3+2), articolo 2 della legge 9 dicembre 1998, n. 431).Sono esclusi i contratti di locazione relativi ad unità abitative appartenenti alle categorie catastali A/1, A/7, A/8, A/9 e gli alloggi di edilizia abitativa pubblica locati a canone sostenibile, a canone moderato o a canone concordato.il contratto di locazione non deve essere stipulato tra coniugi non separati legalmente o parenti o affini di primo grado.

Cosa si intende per nucleo familiare

Il nucleo familiare è quello risultante dalla certificazione anagrafica. Al momento del riconoscimento del beneficio, la composizione del nucleo familiare non può variare rispetto a quella risultante nella domanda, ad eccezione dei seguenti casi:

_______________________________

PERMESSO DI SOGGIORNO CE: Questo tipo permesso di soggiorno è a tempo indeterminato e può essere richiesto solo da chi possiede un permesso di soggiorno da almeno 5 anni. Può essere chiesto per sé o per i propri familiari dallo straniero che percepisce un reddito non inferiore all'assegno sociale annuo.

CONVIVENTE MORE UXORIO: Con il termine more uxorio si indica genericamente l'unione stabile e la comunione di vita spirituale e materiale tra due persone, non fondata sul matrimonio.

(ultimo aggiornamento: 19/12/2017)

credits | copyright e policy Provincia autonoma di Trento - Servizio politiche sociali 38121 TRENTO (Italy) - Via Gilli, 4 - Centro Nord Tre - tel. +39 0461 493800 - fax 0461 +39 0461 3801 pec: serv.politichesociali@pec.provincia.tn.it C.F. e P.IVA 00337460224